Nostro Figlio

Matematica: gli studenti italiani non migliorano, resta il divario tra maschi e femmine

Stampa
Matematica: gli studenti italiani non migliorano, resta il divario tra maschi e femmine
Shutterstock

L'indagine OCSE-PISA 2022 mostra che gli studenti italiani sono ancora poco performanti in matematica, e che resta un divario molto ampio tra maschi e femmine, ma solo nel nostro paese.

Finalmente gli studenti italiani hanno agganciato la media internazionale per quanto riguarda le competenze in matematica: secondo l'ultima indagine OCSE-PISA svolta nel 2022 su 81 Paesi, i quindicenni italiani adesso si collocano allo stesso livello dei coetanei francesi e tedeschi. Peccato, però, che questo risultato dipenda da un peggioramento degli studenti degli altri paesi e non da un miglioramento degli italiani. Le competenze matematiche degli italiani restano piuttosto deludenti, e il divario tra maschi e femmine è ancora importante. Ecco nel dettaglio i risultati dell'indagine OCSE-PISA 2022.

I risultati dell'indagine OCSE-PISA 2022: l'Italia non migliora

L'indagine OCSE-PISA 2022 si è focalizzata soprattutto sulla prova matematica: la media internazionale del punteggio si attesta su 472 punti, 16 punti in meno rispetto alla precedente rilevazione del 2018, equivalenti a quasi i tre quarti di un anno scolastico. Naturalmente c'è stato di mezzo il Covid, e il sistema scolastico italiano sembra avere retto meglio di altri l'impatto con la pandemia. Ma il trend di decrescita è iniziato ben prima, segno che le cause di questo calo costante nelle performance dei ragazzi in tutto il mondo sono da ricercare anche altrove. Da rilevare che il 30% degli studenti italiani non raggiunge il livello minimo di competenza (31% in media), mentre sono solo il 7% le eccellenze (9% in media).

risultati matematica

Ragazze italiane ancora troppo indietro rispetto ai ragazzi

Un dato invece si discosta terribilmente dalla media dell'indagine, ed è quello relativo alla differenza di genere nelle competenze matematiche: l'Italia risulta essere il peggior paese al mondo per gender gap in questo ambito. Ben 21 punti separano la performance dei quindicenni maschi italiani da quella delle loro coetanee: l'equivalente di un intero anno scolastico. L'incredibile risultato ci colloca assolutamente non in linea con il resto del mondo: se è vero che il gender gap nelle materie scientifiche è un problema comune, di fatto il divario esistente negli altri Paesi è molto più ridotto (9 punti di media) e in 14 nazioni le ragazze battono i maschi. Bisognerebbe riflettere a fondo su questo ampio divario italiano, per comprendere se sia determinato magari dal metodo di insegnamento della matematica adottato nelle nostre scuole, oppure da un pregiudizio culturale che vede le bambine “meno portate” per i calcoli.

gender gap matematica

La condizione sociale impatta le competenze matematiche?

Meritano una riflessione anche altri dati che emergono dall'indagine OCSE-PISA 2022. Ad esempio, si scopre che il fatto di avere un background migratorio non incide più di tanto sulle performance degli studenti. In sole 8 nazioni su 81 infatti gli studenti immigrati sono andati peggio dei loro coetanei non immigrati. In 16 Paesi è accaduto esattamente l'inverso, e gli immigrati hanno battuto i non immigrati, per il resto (Italia compresa) non si sono notate differenze significative. Quello che sembra contare, invece, è il background socio-economico delle famiglie: ogni gradino in più nella scala dello status familiare corrisponde a un aumento di rendimento dello studente di 35 punti, circa metà di un livello di competenza. In Italia, in linea con la media dei Paesi OCSE, uno studente svantaggiato ha sette volte più probabilità di un coetaneo avvantaggiato di non riuscire a raggiungere un livello sufficiente di competenza in matematica.

Ampio divario tra Nord e Sud Italia

Si conferma anche nel 2022 l'ampio divario tra le aree del Nord e del Sud Italia: se al settentrione l'80% dei ragazzi che hanno partecipato al test è stato “promosso”, al meridione solo il 56% ha raggiunto la sufficienza. Un altro divario sempre più netto è quello che separa i licei dalle altre scuole secondarie superiori di secondo grado: mentre al Liceo meno di uno studente su cinque non raggiunge la sufficienza nel test, negli istituti tecnici si sale a uno su tre, e nei professionali gli insufficienti sono la maggioranza, il 60%.

risultati matematica

Gli italiani ottengono risultati migliori in lettura e Scienze

Sebbene la matematica sia stato l'ambito di rilevazione principale di OCSE-PISA 2022, gli studenti sono stati testati anche per quanto riguarda le competenze di lettura e di Scienze. Nella lettura gli italiani hanno ottenuto un risultato superiore alla media, in miglioramento rispetto al 2018. In questo, le ragazze hanno ottenuto punteggi superiori ai ragazzi, soprattutto negli istituti tecnici e professionali. Mentre colpisce il calo nel tempo nelle performace dei liceali. Per quanto riguarda Scienze invece, nonostante un netto miglioramento (siamo passati da 468 a 477 punti dal 2018 al 2022) il risultato italiano si attesta significativamente al di sotto della media internazionale (485) e piuttosto lontano ancora dagli altri Paesi europei. Anche per Scienze si conferma l'ampio divario tra ragazzi e ragazze, con queste ultime indietro di 9 punti.

Questi dati dovrebbero rappresentare un punto di partenza per una riflessione sul nostro sistema scolastico e sui risultati ottenuti dai nostri studenti rispetto alla media internazionale.

CATEGORY: 1