Nostro Figlio

Arte e futuro: nasce la prima mostra di Leonardo in realtà virtuale

Stampa
Arte e futuro: nasce la prima mostra di Leonardo in realtà virtuale
LIEU.City

Dal 29 novembre sbarca sulla piattafroma LIEU.city "Leonardo da Vinci. Realtà virtuale dalla Gioconda al Metaverso", la mostra di opere e scritti del genio italiano più completa di sempre, raccolta in un museo virtuale e interattivo

Guardare negli occhi la Gioconda senza volare a Parigi e farsi avvolgere dall'atmosfera immortalata nell'Ultima Cena evitando l'eterna lista d'attesa del Cenacolo a Milano. È questa l'innovazione proposta da Leonardo da Vinci - Realtà Virtuale dalla Gioconda al Metaverso la nuova mostra in realtà virtuale targata LIEU.city che dal 29 novembre offrirà ai visitatori la possibilità di osservare tutte (ma proprio tutte) le opere, i disegni e gli scritti originali di Leonardo da Vinci all'interno di un'area tridimensionale allestita come un vero museo, con tanto di teche e installazioni interattive.

DI CHE SI TRATTA?

La mostra, accessibile da un normalissimo browser, consiste in uno spazio virtuale di ben 5.000 mq in cui chiunque, anche un'intera classe, può darsi appuntamento non solo per osservare e scoprire centinaia di reperti e opere d'arte realizzate da Leonardo da Vinci, ma anche interagire tra i vari membri presenti nella stanza (sotto forma di avatar), fruendo degli oltre 200 pannelli informativi curati da Mario Taddei, esperto d'arte e già curatore di diverse esposizioni digitali dedicate al genio toscano.

Il tutto, ovviamente senza dover uscire di casa, ma navigando da pc, smartphone o, per un'esperienza ancora più immersiva, sfruttando le potenzialità degli Oculus per la realtà aumentata.Una bella opportunità insomma, soprattutto in tempi di pandemia, quando organizzare uscite scolastiche è sempre piuttosto complicato.

Mostra di leonardo in realtà virtuale

LA MOSTRA

Grazie a questa modalità interattiva i visitatori virtuali potranno di osservare da vicino tutti quei dipinti, invenzioni e i codici davinciani ("dove si nasconde il vero Leonardo!" avverte Taddei) che, senza la possibilità di viaggiare in Italia e in Europa, si potrebbero fruire solo attraverso le sterili immagini di un catalogo o di un testo scolatico.

Non solo: gli utenti avranno facoltà di sfogliare i manoscritti di Leonardo, analizzare i suoi studi sull'occhio, i corpi e la tridimensionalità degli oggetti, vivere le ricostruzioni degli ambienti dell'epoca e perfino pilotare la mitica macchina volante e guardare l'immenso salone dall'alto.

"Questa mostra valorizza al massimo le potenzialità di Lieu.city, perché la realtà virtuale, la digitalizzazione e la modellazione 3D consentono una libertà mai vista - spiega Deodato Salafia, founder di LIEU.city - poter esplorare i dettagli della più grande macchina volante di Leonardo è un sogno possibile solo in metaverso, esattamente come il mondo fantastico di Leonardo, fatto anche di idee e progetti praticamente irrealizzabili all’epoca, ma che apriva scenari affascinanti, oggi possibili".

GLI SVILUPPATORI

Leonardo da Vinci - Realtà Virtuale dalla Gioconda al Metaverso è solo il primo dei progetti di LIEU.city, l'ambiziosa start-up sta lavorando da oltre un anno e mezzo per la realizzazione di uno spazio virtuale che sfrutti le possibilità del metaverso - l'universo virtuale su cui recentemente Mark Zuckerberg ha annunciato novità importanti - per permettere a chiunque, dalle associazioni culturali ai musei, di allestire un'esposizione virtuale strutturata e interattiva, aumentando la qualità dell'esperienza visiva "da remoto" e aprendosi al vasto pubblico del Web.

Per maggiori informazioni: https://lieu.city/

CATEGORY: 1