Nostro Figlio

Lezione di musica per la scuola primaria – Gli ingredienti per fare musica

Stampa
Lezione di musica per la scuola primaria – Gli ingredienti per fare musica
Shutterstock

Conoscere il linguaggio musicale come se fosse la ricetta di un dolce? Ecco un approccio innovativo alla musica e ai suoi "ingredienti"

LEZIONE DI MUSICA PER LA SCUOLA PRIMARIA: UN APPROCCIO ALTERNATIVO

Mi hanno sempre affascinato le infinite possibilità del linguaggio musicale e mi ha sempre appassionato il fatto di poterne trasmettere la magia ai bambini. I percorsi per stuzzicare la loro curiosità e per riuscire a coinvolgerli in modo semplice e diretto possono essere davvero moltissimi. Per esempio: avete mai pensato di paragonare una musica a una ricetta di cucina?

Questa proposta vuole fare leva sulla semplicità degli “ingredienti” che, miscelati con sapienza, gusto, fantasia e talento, possono dare risultati strabilianti: in cucina come in musica. Proporre un confronto percettivo tra gusto, tatto e ascolto può essere inoltre uno stimolo per attivare un ascolto critico e attento da parte del bambino.

MUSICA... IN PASTICCERIA

Provate a invitare i vostri bambini ad entrare con l'immaginazione in una pasticceria: ispirati da una quantità di forme, colori e sapori differenti, ognuno vorrà esprimere la propria preferenza scegliendo torte alla frutta, al cioccolato, alla panna, pasticcini o biscotti. Potete addirittura approfondire le scelte individuali analizzando in modo più specifico il dolce preferito di ciascuno, lavorando su un'ipotesi sensoriale: vedo, annuso, tocco, assaggio e ascolto (Quali e quanti colori? Quale profumo? Morbido o duro? Delicato o saporito? Fa “crunch” o “chomp”?).

Potete chiedere infine di disegnarlo: i bambini sono sempre pronti a esprimersi con matite e colori.

Ora invitateli a una semplice riflessione: gli ingredienti “base” di una torta sono sempre gli stessi (farina, latte, uova, burro, lievito, ecc...) ma le combinazioni e le possibilità di realizzare dolci differenti sono praticamente infinite! Questo grazie alla fantasia e alla maestria dei grandi cuochi e pasticcieri.

GLI INGREDIENTI PER FARE UNA BUONA MUSICA!

È incredibile, ma anche in musica succede praticamente la stessa cosa. I grandi musicisti e compositori hanno creato una infinità di sinfonie, opere liriche, musical, canzoni pop/rock, brani jazz, utilizzando sempre gli stessi “ingredienti base”...

Sì, perché in musica, tutto sommato, ci sono pochi “ingredienti” e una possibilità infinita di combinazioni: con sette note per definire l'altezza dei suoni (DO, RE, MI, FA, SOL, LA, SI), sette valori per indicarne la durata (dai suoni “lunghi” ai suoni”corti”, fino alla semibiscroma, lasciando perdere la “fusilla” ), una “manciata”di dinamiche per l'intensità (dal pianissimo al fortissimo) e una quantità variabile di timbri degli strumenti musicali o delle voci, sono state composte milioni di musiche differenti, dalla classica alla musica dei videogiochi.

IDEA DI LEZIONE DI MUSICA PER LA SCUOLA PRIMARIA: ABBINIAMO DOLCI E MELODIE

Facciamo allora un piccolo esperimento: proviamo ad abbinare tre brani musicali a tre dolci?
Ora che sappiamo che gli ingredienti “base” sono pochi, proviamo a stupirci con le diverse miscele che possono portare a risultati molto differenti!

Prima di tutto organizziamo in classe una “degustazione” di tre dolci molto diversi tra loro: per esempio uno al cioccolato, uno “fresco” alla frutta, e biscotti croccanti (o caramelle frizzanti). Conviene utilizzare merendine e biscotti/caramelle confezionati da tagliare e preparare in mini porzioni per ogni bambino (su un tovagliolo o su un piattino di carta), con la raccomandazione di non mangiare nulla fino al nostro “via”!

Poi proponiamo tre ascolti molto differenti fra loro che si possono trovare facilmente trovare su You Tube. Per esempio: Pop corn (Hot butter dance: un brano “dance” degli anni '70) che chiameremo “Brano 1”, l'Ouverture delle Nozze di Figaro di Mozart, che chiameremo “Brano 2”e Il Mattino di Grieg, che chiameremo “Brano 3” (meglio rivelare ai bambini il nome dei brani alla fine del gioco per non influenzare le loro scelte).

Infine riproponiamo l'ascolto di ogni brano, anche più volte, permettendo ai bambini di assaggiare e
scegliere quale dolce abbinare a quale musica. L'importante è stimolare il meccanismo del confronto e dell'associazione ma nessun abbinamento potrà essere “sbagliato” poiché si basa su gusti personali.

È importante che, alla fine del gioco, ci sia uno spazio per confrontarsi sulle proprie scelte: “ho scelto il Brano 1 mangiando la caramella frizzante perché la musica scoppiettava nelle mie orecchie come sulla lingua!” …

Se proprio volete saperlo, la mia scelta è la seguente: Pop corn (biscotti croccanti/caramelle frizzanti) / “Mattino di Grieg” (dolce alla frutta) / “Ouverture delle Nozze di Figaro” (dolce al cioccolato e alla panna), ma è solo il mio punto di vista!

Testo a cura di di Paola Bertassi, esperta di didattica musicale e autrice di numerosi testi per la formazione musicale di base - Curci Young

CATEGORY: 1