Nostro Figlio

Idee di lezione: alla scoperta di piante e uccelli nel cortile della scuola

Stampa
Idee di lezione: alla scoperta di piante e uccelli nel cortile della scuola
Shutterstock

Due esempi di learning outdoor per fare esperienze di apprendimento fuori dall'aula e andare alla scoperta del cortile della scuola o del territorio

Il nostro Istituto, “Don Camagni” di Brugherio (MB), ha deciso di aderire al progetto L’aula scolastica… SCHOOL CLASSROOM GREEN FREE, realizzato in rete insieme al Circolo Didattico Collegno 3, la Scuola Secondaria di I grado Don Minzoni Gramsci di Collegno (TO) e l’Istituto Comprensivo di Galbiate (LC): un percorso di formazione/attività realizzato con il supporto di giornalisti, specialisti del territorio e del learning outdoor, incentrato su un “fare scuola” ove non esistono solo le aule fisiche e statiche ma esperienze di apprendimento concrete vissute sul e nel territorio, con lezioni all’aperto.

In accordo con gli altri Istituti si è deciso di valorizzare i giardini scolastici dei diversi plessi. Durante le attività di esplorazione del parco della nostra scuola, la secondaria Kennedy di Brugherio, i ragazzi della 1B e della 1D hanno mostrato particolare interesse nei confronti rispettivamente degli uccelli e delle piante che vi dimorano: si è quindi deciso di approfondire la conoscenza di questi due aspetti dell’ambiente naturale. Grazie alla collaborazione con Focus Junior è stato organizzato un incontro online con l’aspirante ornitologo e birdwatcher Francesco Barberini e un incontro all'aperto con il professore della scuola di agraria del Parco di Monza Pio Rossi; subito dopo si è svolta una vera e propria riunione di redazione assieme ai giornalisti di Focus Junior per realizzare un’edizione speciale del famoso giornalino in formato tabloid che documentasse le attività svolte in outdoor. Il progetto è stato svolto con le prime, ma è adattabile anche ad altre classi della Secondaria di I grado e della Primaria. Sono state necessarie circa 10/12 ore e al termine è stata realizzata una rubrica di autovalutazione e proposta un'intervista sul gradimento.

Gli obiettivi comuni erano:

  • Osservare il paesaggio e gli elementi naturali
  • Formulare domande e ricercare informazioni
  • Produrre testi di diverse tipologie
  • Orientarsi nello spazio
  • Lavorare in gruppo.

Le discipline coinvolte: Italiano, Scienze, Tecnologia, Geografia, Educazione Civica.

“ALLA SCOPERTA DELLE PIANTE”

PRODOTTO: Giornalino formato tabloid; catalogo delle piante del giardino scolastico.

FASI DI ATTUAZIONE

  • Esplorazione del giardino: Gli studenti hanno condotto osservazioni utilizzando i 5 sensi e realizzato descrizioni soggettive. Hanno mostrato interesse per le piante del giardino formulando domande sui loro nomi e sul loro funzionamento vitale.
  • Incontro con gli esperti: gli studenti hanno avuto la possibilità di rivolgere le loro domande al prof. Pio Rossi, che ha svolto una lezione sul campo e ha fornito del materiale didattico.
  • Stesura articoli: Gli studenti hanno scritto gli articoli a partire dal materiale raccolto e approfondendo ulteriormente gli argomenti scelti. Oltre ai testi sono stati prodotti anche contenuti digitali confluiti poi nel giornale tramite dei QR code. Ci siamo documentati sulle modalità di coltivazione e produzione di spugne ecologiche di luffa, provando a far germogliare dei semi in un piccolo vaso in classe. Gli alunni hanno poi scritto un simpatico articolo di presentazione della pianta che parla in prima persona. Un gruppo di studenti ha montato un video con l’applicazione Powtoon con le risposte alle loro curiosità sulle piante. Altri hanno inventato una storia ambientata nella foresta. Due studenti hanno tratto ispirazione dall’immersione in natura come spunto per un racconto fantastico. Non sono mancate le barzelletta a tema.
  • Catalogo delle piante del giardino scolastico: i ragazzi hanno avuto l’idea di creare un identikit degli alberi del giardino per permettere a tutti di riconoscerle e chiamarle per nome. Ogni scheda riporta fotografie delle varie parti, il nome comune, il nome scientifico, le caratteristiche del tronco, della foglia, del fiore, del frutto e curiosità. Abbiamo individuato le varie specie con l'aiuto dell’app PLANT.NET (dopo aver ricevuto dai genitori il consenso per l’utilizzo del cellulare a scuola). Nel laboratorio di informatica abbiamo realizzato un ppt di 2 slide per pianta e a lavoro concluso gli alunni hanno convertito il ppt in PDF per inviarlo alla redazione di Focus Junior.

“I BIRDWATCHERS”

L’idea dell’unità didattica è nata a partire da una distrazione: la mascherina, tante parole da ascoltare, la finestra aperta... I miei studenti si sono accorti del cinguettio dei tanti uccelli che popolano il giardino scolastico. Ed ecco, dalla distrazione è nato il desiderio dei ragazzi di conoscere il loro ambiente. Gli alunni, grazie a quel respiro sul giardino si sono ricordati che noi siamo natura e che quegli uccellini meritavano di essere ascoltati. E io dovevo desiderare con loro, muovere i nostri corpi, uscire dall’aula, camminare, accompagnarli in un sentire. E allora ci siamo immersi nel verde con gli occhi all’insù...

PRODOTTO ATTESO: gli studenti hanno creato una pagina di Reporter News dal titolo “Tutti pazzi per il Birdwatching”. La pagina contiene un’intervista dei ragazzi a Francesco Barberini, aspirante ornitologo e birdwatcher; le specie di uccelli osservate dal giardino della scuola; la descrizione del kit del perfetto Birdwatcher; riflessioni, barzellette e il pensiero poetico di un giovane amante di birdwatching.

STIMOLO INIZIALE: Ascolto dei suoni provenienti dal giardino della scuola, immersione uditiva, naturale e sensoriale. Muovere il corpo verso l’esterno oltre l’aula per osservare.

FASI DI ATTUAZIONE

  • Verifica dei prerequisiti con un brainstorming sul birdwatching;
  • Lancio attività: l’insegnante spiega che dall’esperienza di ascolto degli uccelli la classe parteciperà al progetto di outdoor education diventando per un giorno la redazione della Focus Junior Academy.
  • Realizzazione: lavoro svolto su 4 settimane, suddivise nelle seguenti fasi:- La classe esplora il giardino della scuola, durante l’uscita gli studenti cercano di reperire informazioni indagando sulle tracce degli uccelli. In classe verifichiamo le informazioni ottenute e ci organizziamo per svolgere delle ricerche sulle specie che abbiamo osservato;- Alcuni studenti svolgono elaborati digitali e/o cartacei in cui presentano gli uccelli che preferiscono;- Visione di video-interviste a Francesco Barberini, sulla protezione degli uccelli e sulla costruzione di mangiatoie ed abbeveratoi;

    - Gli alunni in giardino descrivono l’ambiente in cui vivono gli uccelli dal punto di vista soggettivo ed oggettivo;

    - La classe presenta le ricerche approntate ed unisce, per la redazione, i documenti in un file condiviso su Google documenti;

    - Affondo sull’evoluzione dei dinosauri in uccelli. Letture tratte dal libro di F. Barberini “Che fine hanno fatto i dinosauri?”. Dibattito sull’importanza dei volatili in chiave di sostenibilità;

    - Attività laboratoriale con i giornalisti di Focus Junior (intervista a Francesco Barberini, creazione della pagina di Report News).

    - La casetta-mangiatoia realizzata da uno degli studenti viene posizionata da un operatore comunale sull’albero del giardino. I ragazzi rispondono ad un questionario di autovalutazione finale per sondare il gradimento dell’attività svolta.

CATEGORY: 1